La Grande Guerra 100 anni dopo, a Monzuno

#popevents, pietre nella rete | 0 commenti

DOMENICA 4 NOVEMBRE 2018 | h. 10.30 | MONZUNO

Il 4 novembre alle 10,30 a Monzuno si terrà la presentazione del nostro progetto Pietre nella rete, il memoriale virtuale dei caduti della Prima Guerra Mondiale.

Pietre nella rete ha coinvolto quattordici comuni della regione Emilia-Romagna e ha visto la realizzazione di un “memoriale virtuale”, raggiungibile all’indirizzo www.pietrenellarete.it, con l’obiettivo di creare un database anagrafico recuperando e rendendo disponibili nomi, volti e storie dei soldati emiliano-romagnoli partiti per il fronte, raccolti negli archivi e nelle tracce sul territorio. In questo modo si vuole ridare centralità ai tanti segni di memoria che la Grande Guerra ha lasciato, e che oggi in molti casi si presentano rovinati o illeggibili, come nel caso di alcuni monumenti ai caduti.

L’Emilia-Romagna ha avuto un ruolo centrale durante il primo conflitto mondiale” spiega il vice-sindaco di Monzuno Ermanno Pavesi e questo progetto ha il merito di parlare alle nuove generazioni: con il gruppo di storici di PopHistory crediamo che difficilmente si soffermeranno a riflettere guardando una lapide presso un monumento, ma magari saranno incuriositi da un sito web”.

 

L’iniziativa si inserisce negli eventi del Comune di Monzuno per celebrare il Centenario della Grande guerra.

Già dal 28 ottobre, nella Sala “Ivo Teglia”, è visitabile la mostra “La grande guerra 100 anni dopo”, organizzata dal Gruppo di Studi Savena Setta Sambro in collaborazione con il Comune di Monzuno e la Pro loco di Monzuno, in occasione delle ricorrenze per il centenario dalla fine della prima guerra mondiale.