The Italian Job: PopHistory alla LUSC

Storia del lavoro in Italia attraverso il Novecento, alla Libera università del Sapere Critico di Parma dal 21 febbraio.

21 FEBBRAIO – 11 APRILE 2018
OGNI MERCOLEDI’ DALLE 19 ALLE 20.30

Da qualche anno il Centro Studi Movimenti di Parma (http://www.csmovimenti.org/ ),  un istituto di ricerca e centro di documentazione che promuove la ricerca e la conoscenza delle organizzazioni e dei movimenti antisistemici dell’epoca contemporanea, organizza annualmente un ciclo di corsi aperto a chi ha voglia di confrontarsi con i nodi centrali del mondo attuale, attraverso un’analisi critica e storica dei problemi affrontati.

Quest’anno anche PopHistory è entrata a far parte della Liberà Università del Sapere Critico attraverso l’ideazione e l’organizzazione di un intero corso dedicato alla storia del lavoro. Il lavoro è una delle chiavi di lettura delle trasformazioni del Novecento, che hanno toccato ed influenzato la vita quotidiana degli italiani e che oggi resta al centro del dibattito tanto politico quanto dell’opinione pubblica. Nuove modalità di lavoro, in ottica globale e sovralocale, rappresentano una sfida cui oggi tutti i paesi industrializzati sono chiamati a far fronte in un momento di cambiamento, che per essere compreso in modo critico e consapevole ha bisogno di un’analisi storica che consenta di mettere in luce come il mondo del lavoro si è evoluto nei decenni passati e quale impatto tali cambiamenti hanno avuto sulla società. Alle evoluzioni del mondo di lavoro si sono accompagnati diverse modalità di rappresentazione dei lavoratori e del lavoro stesso, che hanno contribuito alla narrazione di questo specifico tema oltre e alla percezione dei problemi e delle sfide che lo contraddistinguono. Gli argomenti trattati nel corso delle lezioni consentiranno una panoramica generale lungo tutto il Novecento, toccando gli aspetti nodali sia in chiave politica sia in chiave sociale che hanno contraddistinto i cambiamenti di un aspetto centrale nella vita dei cittadini e che ha subito notevoli variazioni nel corso dei decenni. La riflessione seguirà un ordine cronologico che copre tutto il XX secolo, dal Biennio Rosso all’avvento del Fascismo e del corporativismo di cui si fece promotore, per poi analizzare il tema del lavoro nell’Italia repubblicana, dalla ricostruzione fino al boom economico, con attenzione anche agli aspetti di genere e delle fasce più deboli. Il corso analizzerà anche i cambiamenti più recenti che dallo Statuto dei Lavoratori hanno portato alla stagione degli scioperi e delle proteste negli anni ’70, fino al tema delle stragi sul lavoro e alla riflessione sulle condizioni attuali.

L’obiettivo del corso è fornire ai partecipanti gli strumenti conoscitivi e metodologici per un’analisi critica e ragionata dell’evoluzione sociale e politica del tema del lavoro in Italia, analizzando in prospettiva diacronica gli avvenimenti che più hanno segnato il secolo scorso e che hanno prodotto profonde trasformazioni nel paese. Al termine delle lezioni i partecipanti avranno acquisito la capacità di comprendere i nodi principali legati alle tematiche affrontate e saranno in grado di comprendere l’evoluzione del pensiero e della rappresentazione del lavoro nel corso del XX secolo. Il corso si svolgerà attraverso l’analisi di una pluralità di fonti che mettano in luce il rapporto tra i dati ufficiali, ricavato attraverso l’analisi della normative legislative e dei dati statistici, e le rappresentazione del mondo del lavoro che nel corso degli anni sono state proposte. Per quest’ultimo aspetto usufruiremo di una varietà di fonti, tra cui quelle fotografiche, letterarie e musicali al fine di mostrare la molteplicità di aspetti che riguardano il lavoro e la centralità che ha per la vita sociale, economica e politica del paese e dei singoli cittadini, oltre che far comprendere come sono stati raccontati nel tempo. L’utilizzo di una vasta gamma di linguaggi, coinvolgendo attivamente gli studenti nell’analisi delle fonti, permette di veicolare una visione critica ed analitica su un tema così centrale nella vita di tutti i cittadini. Tutti i corsi sono validi per la formazione degli insegnanti. Per i docenti è dunque prevista l’autorizzazione alla partecipazione in orario di servizio ai sensi degli articoli 64 e 67 del CCNL 2006-2009, in quanto l’Insmli e la rete degli Istituti associati, di cui fa parte anche il Centro studi movimenti, hanno ottenuto il riconoscimento di agenzia formativa, con decreto ministeriale del 25/05/2001, prot. n. 802 del 19/06/2001, rinnovato con decreto prot. n. 10962 dell’ 8/06/2005, ed è incluso nell’elenco degli Enti accreditati. Il corso The Italian Job, costituito da otto incontri complessivi, si terrà presso la sede del Centro studi movimenti c/o Casa Matteo Bagnaresi, via Saragat 33/A, Parma, ogni mercoledì a partire dal 21 febbraio, dalle ore 19.00 alle ore 20.30.

Calendario

21 febbraio 2018. Il Biennio rosso.

28 febbraio 2018. Il corporativismo fascista.

7 marzo 2018. Donne e bambini.

14 marzo 2018. La ricostruzione del secondo dopoguerra.

21 marzo 2018. Lo Statuto dei lavoratori.

28 marzo 2018. Gli scioperi degli anni settanta.

4 aprile 2018. Le stragi sul lavoro.

11 aprile 2018. L’oggi.