Ai margini della Public History. Periferie, storia, comunità

#ravenna2017 | 0 commenti

MARTEDÌ 6 GIUGNO | h. 10.30-12 | Palazzo Corradini

(a cura di: Giorgio Uberti, Iara Meloni, Ermanno Pavesi, Marta Gara)

L’intervento intende, a partire da tre esperienze di campo, riflettere circa le implicazioni, le problematiche e le ricadute sociali di progetti di Public History all’interno di comunità periferiche. I progetti selezionati interessano territori diversi. Non solo periferie urbane – storicamente soggette a fenomeni di esclusione sociale e marginalizzazione – ma anche aree rurali ed appenniniche sottoposte a marcati processi di spopolamento, che presentano criticità tipiche delle aree periferiche: debolezza del sistema economico e produttivo, scarsa presenza di servizi e fragilità delle risorse locali. Le aree marginali sembrano sempre sospese in una condizione indefinita nel tempo: dalle periferie urbane, aree da utilizzare e non da studiare, lontane da un centro cittadino, denso appunto di Storia, contenuti, narrazioni; alle “terre alte” collinari o montuose, sospese in un passato cristallizzato, spesso mitizzate come specchi di un “bel tempo andato” ma sostanzialmente incompatibile con l’oggi, con i suoi stili di vita, lavoro e consumo. L’idea di fondo che anima questa proposta è che le periferie possano costituire per la Public History straordinari laboratori di buone pratiche, e che fare Public History in territori posti “ai margini” dello sviluppo rappresenti oggi un’irrinunciabile sfida professionale e civile.

La Public History può rappresentare per le comunità periferiche un utile strumento di empowerment, in grado di rigenerare capitale sociale, consolidare reti di solidarietà, creare spazi di confronto circa il passato e le sue connessioni con presente e futuro, e in definitiva in grado di permettere agli abitanti delle periferie di sviluppare un senso di appartenenza partecipativa locali ma soprattutto di concentrarsi sulle problematiche e le opportunità generali offerti dal “fare Public History nelle periferie”.

Programma dettagliato:

Coordinatore Marta Gara (Associazione PopHistory)

  1. Ermanno Pavesi (Associazione PopHistory), “Borghi da vivere”
  2. Giorgio Uberti (Associazione PopHistory), “Pomeriggi insieme”
  3. Iara Meloni (Associazione PopHistory), “8 agosto 1944. Gropparello liberata”